Lobbying e terzo settore. Un binomio possibile?

Pubblichiamo oggi il link al nuovo libro di Maria Cristina Antonucci dal titolo “Lobbying e terzo settore. Un binomio possibile?“.

Terzo settore e lobbying, ossia rappresentanza degli interessi di un comparto presso il sistema politico, sembrano due espressioni inconciliabili. Tuttavia il Terzo Settore italiano, articolato nelle sue ‘famiglie», si è trovato a confrontarsi sempre più spesso con gli attori decisionali pubblici su tematiche organizzative, fiscali, di finanziamento. Ed ha, suo malgrado, fatto lobbying per modificare un provvedimento, suggerire un emendamento o vedere avanzata una proposta di legge, come accade oggi con le Linee guida per una Riforma del Terzo Settore del Governo Renzi. Questo libro prova a mettere a fuoco le modalità e gli strumenti con cui il Terzo Settore rappresenta se stesso, gli interessi delle proprie organizzazioni e quelli delle comunità di riferimento presso il sistema politico italiano. 
Maria Cristina Antonucci è ricercatore dell’U.O. di Roma di ITB-CNR e insegna Associazionismo e Rappresentanza del Terzo Settore a Roma TRE.

Lobbying e terzo settore. Un binomio possibile?

 

© Il Chiostro